Copertina del volume In fuga

Mara

 

Questo volume raccoglieva i racconti delle vincitrici dell’allora quarta edizione del premio letterario Annibelle e la composizione delle nuvole indetto dall’Associazione culturale Evaluna e dal Centro Studi Donna del Comune di Napoli nel 2003. La curatela di Natascia Festa e Lia Polcari rappresentava di per sé una garanzia di qualità nella scelta dei racconti e delle illustrazioni che costituiscono l’ossatura del libro.

“Nove variazioni sulla fuga. Così vanno letti i racconti vincitori di questo concorso […] in cui il genere femminile diventa pretesto per dire silenzi, variazione anch’esso di una complessità che non viene negata. Un biglietto di sola andata e una pagina bianca da riempire: stessa carta, stessa porosità nelle mani, uguale voglia di scappare” (dalla prefazione di Natascia Festa).

Io, che allora ero una ventottenne molto impegnata e con i capelli molto rossi, lavoravo come redattrice per «Il foglio del Paese delle donne», ero iscritta a un master sulle Pari Opportunità e partecipavo a reading poetici, frequentavo spesso la libreria delle donne Evaluna, una vera istituzione, una delle spine dorsali della cultura napoletana e praticamente uno dei pochissimi posti nei quali potevo trovare in vendita libri degli editori che all’epoca seguivo tantissimo. Partecipai a questo concorso con un racconto che si intitolava Mara ed essere selezionata tra le vincitrici fu per me molto importante.

Dal volume In fuga: “D’un tratto mi accorsi della notte. Le prime stelle iniziavano a brillare. Una brezza sottile proveniva dalle montagne dietro di me. Un brivido mi percorse la schiena. Sorrisi. Il momento era arrivato. Diedi un ultimo sguardo al mare e me ne andai” (da Mara).

Illustrazione del volume In fuga